Basilicata in moto | Un viaggio sulle orme dei briganti

Viaggiare in moto in Basilicata significa attraversare i luoghi del silenzio. La Basilicata, anticamente denominata Lucania, dal “lucus” latino perchè terra di boschi, è una terra di briganti e storie mai raccontate. Un luogo da percorrere lentamente, attraversando boschi, montagne e villaggi completamente abbandonati. Un viaggio in cui si è sospesi tra le vette delle Dolomiti Lucane e i due mari: il Tirreno e lo Jonio. Le strade di campagna che si arrampicano tra campi di grano, natura rigogliosa e piccoli borghi incastonati nel tempo.
A fianco all’Italia che tutto il mondo conosce, esiste, quando ci si inoltra nell’estremo meridionale, una seconda Italia, sconosciuta, che non è meno interessante dell’altra, né inferiore per bellezza di paesaggi e grandezza di ricordi storici.

Dettagli del percorso

Distanza: 806 KM | Altitudine max: 1.180 mt | Manto stradale: discreto
Tappe: Pescopagano (PZ), Castelgrande (PZ), Muro Lucano (PZ), San Fele (PZ), Lagopesole (PZ), Castelmezzano (PZ), Pietrapertosa (PZ), Craco (MT), Pisticci (MT), Aliano (MT), Maratea (PZ), Acquafredda (PZ), Sapri (SA), Rivello (PZ), Lago Sirino (PZ).

Punti d’interesse

Craco – La città fantasma nel cuore della Basilicata.
Dolomiti LucaneIl rilievo montuoso del Parco Gallipoli Cognato tra i comuni di Castelmezzano e Pietrapertosa.
MarateaLa perla del Tirreno, dove la montagna lucana incontra il mare.

Panoramica dal borgo di Pisticci

Panoramica dal borgo di Pisticci


La costiera di Maratea

La costiera di Maratea

Basilicata | Cavallo sotto l'ombra di un albero

Castelmezzano

 

Lago Sirino

Lago Sirino


Val d'Agri | Incendio

Val d’Agri

Basilicata | Vallata con pecore

Craco, la città fantasma

Craco, la città fantasma